potere alle parole, vera gheno, il cronista, giuditta mosca, ilcronista
Cultura & intrattenimento Letteratura

Vera Gheno, Potere alle parole

La lingua ci rende umani. Siamo l'unica specie animale in grado di parlare. Da questa riflessione nasce Potere alle parole di Vera Gheno

La lingua ci rende umani e ci aiuta a descrivere la realtà che ci circonda. Siccome la realtà cambia di continuo, la lingua cambia di continuo.

Vera Gheno, con Potere alle parole, espone l’importanza dell’uso del linguaggio e perché questa importanza diventa vitale. Ogni parole che usiamo è un atto di identità che ci descrive e qualifica.

La lingua italiano contempla da 300mila a un milione di parole (numero altamente instabile dovuto all’integrazione delle parole dei diversi dialetti che rientrano – anche in modo variabile – nell’ufficialità della lingua). Una persona con una cultura media conosce 35 mila parole.

Usiamo, nella migliore delle ipotesi, il 10% del potenziale offertoci dalla nostra lingua per identificarci, posizionarci nel nostro mondo e apprezzare e descrivere la realtà che ci circonda. Il resto è un buio in attesa di illuminazione.

Vera Gheno, sociolinguista per 10 anni attiva tra le fila dell’Accademia della Crusca, porta luce sullo scopo primo del linguaggio che, essa stessa, definisce così: “Ognuno di noi è le parole che sceglie: conoscerne il significato e saperle usare nel modo giusto e al momento giusto ci dà un potere enorme, forse il più grande di tutti“.

 

Editore: Einaudi
Anno: 2019
Pagine: 160
ISBN: 978-88-06-24023-3