LOADING

Type to search

News Tecnologia

Microsoft svecchia il parco software, ecco a cosa dirà addio nel 2020

Avatar
Share
microsoft, ilcronista, il cronista

Mano a mano che il 2020 entrerà nel vivo, Microsoft dismetterà alcuni dei propri sistemi operativi e software.

Come già scritto qui, il 14 gennaio è il giorno in cui Windows 7, nato nel 2009, non riceverà più aggiornamenti di sicurezza.

Questo non vuole dire, e vale per tutti i prodotti che Microsoft smetterà di aggiornare, che computer e server cesseranno di funzionare ma, al netto di ciò, che la sicurezza nel loro uso non è più garantita. Quasi certo, per contro, che hacker e malintenzionati di ogni genere cercheranno di sfruttare a loro vantaggio le vulnerabilità che l’assenza di aggiornamenti renderanno maggiormente appetibili.

Il 14 gennaio i seguenti prodotti Microsoft non saranno più supportati:

  • Windows 7
  • Windows 7 Pro
  • Windows Server 2008
  • Windows Server 2008 R2
  • Exchange Server

A partire dal prossimo 13 ottobre un altro blocco di prodotti verrà dismesso, e sono:

  • Office 2010
  • SharePoint Server 2010
  • Project Server 2010

Chiunque dovesse avere in dotazione, sia per scopi privati sia per scopi professionali, uno di questi sistemi operativi o software, è obbligato a procedere con una migrazione.

 

Tags:
Previous Article