LOADING

Type to search

News Politica

A Bellinzona tutto tace. 30mila cittadini senza pace né giustizia

Avatar
Share
stoparp frida andreotti, il cronista, ilcronista

Lo scorso 24 gennaio ha avuto luogo un incontro tra StopARP, l’associazione ticinese che si batte contro lo strapotere delle Autorità regionali di protezione (ARP) e i capi dipartimento Norman Gobbi e Raffaele De Rosa. I due hanno disertato, lasciando alla signora Frida Andreotti, direttrice della Divisione della giustizia, sottoposta al dipartimento delle Istituzioni (e quindi a Norman Gobbi), il compito di ricevere l’Associazione.

Durante l’incontro sono stati segnalati alcuni casi di dubbio gusto, uno dei quali prevede anche conseguenza penali per una curatrice nominata dalle istituzioni.

I casi, opportunamente anonimizzati, sono consultabili qui. Vi chiediamo un piccolo sforzo: leggete tutto e capite quanti disastri compiono le ARP, il Cantone e tutti i personaggi coinvolti con le autorità che dipendono dal dipartimento delle Istituzioni e dal dipartimento della Sanità e della socialità.

Nel corso di una settimana nessuna delle persone coinvolte ha ricevuto un cenno dal Cantone.

Appare ovvio che Bellinzona non vuole mettere mano in quelle istituzioni, le ARP, le cui decisioni ricadono, direttamente o meno, su circa 30mila ticinesi.

Ognuno tragga le proprie conclusioni.

Tags:

You Might also Like