LOADING

Type to search

News Tecnologia

Clonare una chiave ascoltandone il suono? Si può

Avatar
Share
spikey, il cronista, ilcronista

Chi è del settore può trovare la tecnica persino scontata. In realtà Spikey, applicazione per smartphone, è un concentrato di tecnologia. Sviluppata alla National University of Singapore, registra i suoni prodotti da una chiave introdotta in una serratura per ricostruirne la forma e inviare i dati a una stampante 3D che si occuperà di riprodurre fedelmente la chiave originale.

Uno strumento che oggi, per funzionare, deve essere in prossimità della serratura, si tratta di una manciata di centimetri, ma che in futuro potrebbe essere usata anche da distanze maggiori, favorendone così l’utilizzo (anche ai malintenzionati).

La contromisura più ovvia è creare serrature “silenziose” che impediscano a fonti esterne di ricostruire la distanza tra i perni.

Allo stato attuale Spikey produce tre modelli di chiave e, stando al team che l’ha sviluppata, uno di questi è perfettamente compatibile con la serratura che deve aprire. La velocità con cui si gira la chiave, però, deve essere costante.

Più limiti che strada spianata per i ladri digitalizzati. Per il momento almeno.

 

Tags: