LOADING

Type to search

News Politica

Movimento per il socialismo, quando i piccoli fanno il lavoro dei grandi

Avatar
Share
movimento per il socialismo, il cronista, ilcronista

C’è il Ticino dei partiti storici, il Ticino del PPD, del PS, del PLR, dell’UDC e della Lega. C’è anche il Ticino delle formazioni politiche più recenti, in qualche modo “figlie” dei partitoni. Figli ribelli, che hanno promesso a loro stessi di non ripetere mai gli errori dei genitori.

Parliamo del Movimento per il socialismo, che sta dimostrando di sapere intraprendere le strade difficili, quelle che gli altri partiti non vogliono percorrere limitandosi, nel migliore dei casi, a dire di volerlo fare (talvolta persino con toni minacciosi), rimanendo però incollati alle intenzioni.

Basta leggere il sito del Mps (vedi link sopra) per rendersi conto che, a differenza di tutti gli altri schieramenti politici, il piccolo partito si pone domande etiche e da lì parte a cercare soluzioni.

Ne è una dimostrazione la questione sessista che rilancia, come contenuto da non sottovalutare, all’interno dell’ormai triste vicenda della Magistratura fait-maison che irrompe con potenza nella coscienza di quei cittadini certi che tra Ticino e vicina Penisola ci siano differenze mostruose. Restando legati al tema della scarsa affidabilità della magistratura ticinese, è l’Mps che ha incalzato la procura affinché verifichi che nell’atteggiamento del presidente del Tribunale penale Mauro Ermani ci sia traccia di rilevanza giuridica.

Un atto dovuto nei confronti dei cittadini e della magistratura stessa, anche se – dirà qualcuno – chiedere allo Stato di giudicare sé stesso è come chiedere all’oste se il suo vino è buono. Resta un atto dovuto, in uno Stato serio si arriverebbe a un dunque, alle nostre latitudini invece siamo già pronti a un fantasioso “sa po’ mia”. Trent’anni di scaricabarile politico e di responsabilità sembrano avere creato un mantra.

L’altra brutta storia, quella dei permessi negati al di là delle indicazioni di legge, sortisce due effetti. Il primo, evidenziato ancora una volta dall’Mps che ha chiesto alla magistratura di chinarsi per capire se ci sono fatti di rilevanza penale e l’altra, forse un po’ sottile e che farà incazzare i leghisti acritici della prima ora è che, in Italia, un terremoto del genere avrebbe fatto cadere la testa di qualcuno. Qui i soliti sono sempre al comando assolvendo loro stessi. Non è una differenza da poco e la scriviamo proprio perché rilancia la questione etica che, i fatti dimostrano, sta a cuore soltanto all’Mps. E gli altri partiti stanno a guardare chi fa il lavoro sporco. Come in quei cantieri nei quali uno lavora e gli altri guardano.

Questo il popolo ha voluto, questo il popolo ha ottenuto.

Tags:

You Might also Like