LOADING

Type to search

News Tecnologia

Windows 11 è quasi realtà

Share
windows 11, sun valley, il cronista, ilcronista

L’annuncio è arrivato il 2 giugno durante la Build, la conferenza dedicata agli sviluppatori Microsoft, occasione utile al Ceo di Microsoft Satya Nadella per annunciare Windows 11, il cui nome in codice è Sun Valley. Nessuno si è sbottonato più di tanto e le informazioni trapelate sono davvero esigue: si è parlato di un’interfaccia grafica ampiamente ridisegnata, uno Store a sua volta riprogettato e un menù Start destinato a ospitare un numero sempre maggiore di informazioni.

Windows 11 è il nome che i media hanno associato al sistema operativo, atteso per la fine del 2021, ma nessuno lo ha di fatto pronunciato, neppure Nadella. Il Ceo ha sottolineato che si tratterà del più corposo aggiornamento mai visto, cosa questa che potrebbe escludere una nuova versione (seguente a Windows 10 alla cui uscita, sei anni fa, Microsoft aveva sostenuto che sarebbe stata l’ultima versione del proprio sistema operativo) lasciando piuttosto spazio a una profonda riprogettazione di Windows 10.

Prezzi, uscita e upgrade

Prezzo, data di uscita e possibilità di fare un upgrade così come è successo nel passaggio a Windows 10 per chi aveva a bordo del proprio pc Windows 8.x o Windows 7, sono tutte incognite.

C’è la possibilità – ancora da confermare – che da Redmond si sbilancino un po’ di più durante le prossime settimane.

Due novità interessanti

La gestione dei dischi fissi è stata preannunciata più flessibile, con la possibilità di creare partizioni in modo più semplice e, in aggiunta, chi ha un computer con più di una GPU potrà decidere quale associare ai software che usa, consentendo così una riduzione dei dispendi energetici, con ricadute positive soprattutto sui laptop.

Tags:
Previous Article
Next Article

You Might also Like